I mali dei popoli; la tubercolosi del secolo...

"...ad esser compiacenti per davvero, coi comunisti, occorre una buona dose di mania suicida. I mali dei popoli, come certe malattie dell'uomo, mettono radici più o meno profonde a seconda della maggiore o minore resistenza che incontrano, a seconda del terreno, direbbe un medico,  e a seconda del terreno si manifestano con diverso quadro clinico. Questa tubercolosi del secolo che si chiama comunismo ha attaccato un poco dappertutto, in Europa e fuori dall'Europa, ma in ogni luogo con forme diverse, con sintomi più o meno acuti.

A seconda del carattere dei popoli, dei pregi e dei difetti, della cultura e dei precedenti della loro storia. E diversi han dovuto essere, di necessità, i metodi di cura che ad essa malattia ha dovuto applicare il Fascismo, che è il più energico e attivo rimedio che si conosca contro il bolscevismo..."

Leone Concato - www.leoneconcato.it

CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO INTEGRALE

 

 

 

Copyright 2011. Joomla 1.7 templates.