I giudici non dovrebbero pagare per i loro errori?

Scandalizzati. Questa è la situazione dei sinistrati italici dopo l’emendamento, votato a scrutinio segreto, che ha riportato l’attenzione sulla responsabilità civile dei giudici. La domanda è semplicissima: dove è lo scandalo?...

Cosa c’è di così assurdo nel volersi rivalere sul giudice che sbaglia? Solo nella patetica mente di una sinistra allo sbando può ancora albergare il pensiero che i magistrati sono intoccabili e devono essere lasciati liberi di sbagliare.

Nel 1987 21 milioni di italiani votarono per la responsabilità civile dei giudici (sull’onda del caso Tortora) ma poi la legge fu svuotata per fare un favore al partito dei giudici. In caso di colpa grave o di palese negligenza, in teoria, i magistrati dovevano pagare per i propri errori: in pratica non è mai accaduto, a meno di qualche sconosciuta eccezione in questi ultimi anni. D’altronde con zero condanne e zero avvocati disposti a credere che un magistrato possa intentare un procedimento serio contro un altro magistrato c’è poco da fare.

Gli intoccabili vanno protetti e la sinistra come sempre si zerbina di fronte ai magistrati. Dai medici ai poliziotti tutti pagano, anche penalmente. I giudici nulla, nemmeno civilmente.

Rilanciamo: carcere per i giudici che sbagliano in maniera grave e dolosa.

ilfazioso.it

Copyright 2011. Joomla 1.7 templates.