Ecco il piano di Pisapia: "Una decina di moschee sul territorio milanese"

Palazzo Marino accantona il progetto di una grande moschea e opta per un piano che prevede una decina di piccole moschee sul territorio milanese. Dopo mesi di trattative, polemiche, annunci e smentite, alla fine il Comune di Milano ha partorito il nuovo piano moschee.E questa sembra la principale novità: non più una sola grande moschea, bensì una decina di piccoli centri.


La decisione è giunta dopo una serie di incontri tra le principali associazioni islamiche presenti nel capoluogo lombardo e Palazzo Marino. Pare dunque accantonato definitivamente il progetto di una grande moschea milanese, sulla falsariga di quella già presente a Roma.

Come riporta il dorso milanese del Corriere della Sera, Palazzo Marino "ha deciso di regolarizzare i piccoli luoghi di culto islamici già presenti in città. Significa che in un futuro non lontano (la speranza dell’amministrazione è che si riesca a chiudere in qualche mese) Milano avrà le sue dieci piccole moschee".

Per quanto riguarda l'unica vera e propria moschea milanese, quella di Segrate, secondo l'articolo del quotidiano di via Solferino, questa "non sarà ingrandita, né diventerà la principale", mentre l'Isituto culturale islamico di viale Jenner sarà il nodo più complicato da sciogliere. Insomma, il dossier del Comune è pronto. Adesso la decisione spetta alla Giunta.

Nico Di Giuseppe - il giornale.it

Copyright 2011. Joomla 1.7 templates.