Chile; le proposte concrete di CasaPound fanno notizia nel mondo

CasaPound cresce in tutta Italia, e il mondo ne viene a conoscenza. "Le parole vanno trasformate in azioni concrete, altrimenti sono esercizio linguistico sterile, che non si tramuta in soluzioni ai problemi della gente. Una sana cultura responsabile si forma attraverso l'esempio concreto del fare, e fare bene." Questa pratica, applicata a sani principi morali, è il substrato etico dei giovani ragazzi di CasaPound Italia, che rifacendosi all'impianto etico e pragmatico del ventennio, si contrappone alle vuote sinistre demagogiche. Le proposte concrete di CPI ai problemi della gente fanno notizia nel mondo. La TV Chilena pubblica un filmato che descrive le motivazioni dell'espansione del movimento in Italia e nel mondo. CasaPound Italia  "concepisce la vita quale fedele corrispondenza tra parola e azione. Nessuna azione può essere sottratta al giudizio morale".

E' questo uno dei 15 capisaldi strutturali che sospingono CPI ai vertici della contrapposizione con la crisi di un mondo mercificato nel quale l'uomo, per autodifesa, si chiude nel passivo menefreghismo e, compiacendosi del malessere comune, inconsapevolmente alimenta il lassismo propinato dalla cultura della menzogna e della miseria della morale comunista adottata dalle nostre istituzioni.

Di seguito una sintesi di CasaPound Italia in 15 punti:

  • concepisce la vita quale fedele corrispondenza tra parola e azione. Nessuna azione può essere sottratta al giudizio morale.
  • sostiene che l’uomo è quello che è solo in funzione del processo spirituale a cui concorre, nel gruppo familiare e sociale, nella nazione e nella storia.
  • esprime i suoi atteggiamenti pratici, come sistema di educazione, e come disciplina interiore, per se stessi e per gli altri.
  • promuove l'uomo attivo e impegnato nell'azione consapevole delle difficoltà che ci sono, e pronto ad affrontarle.
  • promuove una dottrina realistica, pratica che aspiri a risolvere i problemi che si pongono da sé, e che da sé suggeriscono la propria soluzione. Per agire tra gli uomini bisogna entrare nel processo della realtà e impadronirsi delle forze in atto.
  • concepisce la vita come crescita interiore pensando che spetti all'uomo conquistarsi quella vita che sia veramente degna di lui, creando prima di tutto in sé stesso lo strumento fisico, morale, intellettuale per edificarla.
  • è per lo Stato contro l’individualismo utilitaristico; ed è per l'individuo in quanto esso coincide con lo Stato, coscienza e volontà universale dell'uomo quale espressione della nazione.
  • vuole uno Stato che dia al popolo consapevolezza della propria unità morale, conferendogli una volontà, e quindi un'effettiva esistenza di nazione nella coscienza comune.
  • concepisce la nazione come volontà etica della società civile che esiste. Lo Stato non solo è autorità che governa e dà forma di legge e valore di vita spirituale alle volontà individuali della società civile, ma è anche potenza che fa valere la sua volontà facendola riconoscere e rispettare da tutti.
  • concepisce lo stato non soltanto quale datore di leggi ma come educatore e promotore di vita spirituale attraverso l'esempio, che si espleta con le sue leggi e l'irreprensibile comportamento della classe politica dirigente protesa alla soluzione dei bisogni dei cittadini per una vita vivibile.
  • promuove uno stato capace di ridare il contenuto, il carattere, e la fede ai suoi cittadini affinchè credano nello stato quale amico e sostenitore dei propri bisogni. E a questo fine vuole disciplina morale da parte di tutti, e un'autorità dello stato che scenda addentro negli spiriti nel cosiddetto “senso civico” e vi domini incontrastata.
  • intende elevare a piena dignità i costumi politici così che la morale pubblica e quella privata cessino di trovarsi in antitesi nella vita del paese.
  • sostiene il concetto che i governi non devono amministrare nell'interesse dei partiti e delle clientele ma nel supremo interesse della Nazione.
  • promuove il prestigio Nazionale di uno Sato che non assista indifferente allo scatenarsi delle forze che attentino o minaccino l’indebolimento materiale e spirituale della compagine italiana, ma sia geloso custode e difensore e propagatore della tradizione nazionale, del sentimento nazionale, della volontà nazionale.
  • è per uno stato che favorisca lo sviluppo della Nazione, non reprimendo, ma promuovendo ogni opera intesa al progresso etico, intellettuale, religioso, artistico, giuridico, sociale, economico, della collettività nazionale.

Gabriele Concato - redazione ergon italia

 

 

Copyright 2011. Joomla 1.7 templates.