Mandiamoli a casa! Bisogna indicare una data...

Fuori montecitorio arrivano ogni giorno un gruppo di cittadini indignati, I precari della scuola,  i comitati antidiscarica, gli operai dell'Irisbus, gli studenti, e poi ipensionati, i terremotati, gli animalisti, i poliziotti, gli ospedalieri. A volte centinaia, a volte migliaia, ma sempre divisi, ognuno a cercare una risposta parziale per un singolo problema. Poi arriva sempre il politico di turno, esce dal palazzo, promette, si impegna, arringa. poi arrivederci e grazie...

Fuori montecitorio arrivano ogni giorno un gruppo di cittadini indignati, I precari della scuola,  i comitati antidiscarica, gli operai dell'Irisbus, gli studenti, e poi ipensionati, i terremotati, gli animalisti, i poliziotti, gli ospedalieri. A volte centinaia, a volte migliaia, ma sempre divisi, ognuno a cercare una risposta parziale per un singolo problema. Poi arriva sempre il politico di turno, esce dal palazzo, promette, si impegna, arringa. poi arrivederci e grazie.

Dentro il palazzo invece sono tutti uniti: lo hanno dimostrato nell'ultima settimana in occasione della finanziaria, ma l'unità loro la praticano tutti i giorni: nell'aula ognuno recita la sua parte, ma poi in transatlantico, alla buvette, al ristorante, sorrisi e abbracci, sotto braccio l'uno all'altro discutono di affari, di accordi e di festini.
Mi arrivano decine di mail di appuntamenti di lotta e di denuncia contro la casta.
Ancora una volta però sempre divisi.
Bisogna indicare una data, una qualsiasi data, che sia il 15 ottobre o qualsiasi altro giorno, per radunarci tutti uniti sotto i palazzi del potere e pretendere QUE SE NE VAYAN TODOS!

Spyder Truman

(articolo pubblicato sul blog http://isegretidellacasta.blogspot.com )

Copyright 2011. Joomla 1.7 templates.