FINALITA'

  • accomuna quanti operano nel profondo solco lasciato dalla storia d'Italia fatta di Uomini e Donne uniti dalla lealtà e dall'amore verso la propria nazione.
  • si pone il compito di formare nuove coscienze civili per travasare le esperienze (positive e negative) di chi è venuto prima, al fine di accrescere la percezione etica, morale e spirituale, sviluppando il senso critico necessario ad applicare (e pretendere dagli altri) tali valori nella vita quotidiana per il raggiungimento di una qualità di vita vivibile.
  • affonda le sue basi per una riforma della classe politica e dirigente al di sopra delle divergenti opinioni dei partiti, per la realizzazione di un sistema di governo fatto dai cittadini per i cittadini, secondo il principio romano che il paese è di chi lo vive e non di chi lo governa.
  • riformula un linguaggio comprensibile all'uomo comune mediante lo studio della semantica, affinchè il rapporto tra l'espressione dei termini politici e il significato nella realtà extralinguistica, emerga senza evocare i significati mistificatrici della realtà.
  • studia una terminologia efficace per ridare dignità verbale ai concetti svincolando i contenuti concreti dall’accezione "vuota" propria alla cultura della classe politica.
  • rivisita e attualizza le fonti degli impianti di governo che hanno caratterizzato il nostro paese durante un secolo di storia, sia sul piano delle terminologie che dell’applicazione pratica, affinchè siano fruibili ed accettabili come modello democratico di società civile per una vita vivibile.
  • sostiene che tali fonti siano una ricchezza del paese di grandissima attualità di fronte alla decadenza etica, civile, politica e sociale del popolo italiano ed europeo frutto dell’asservimento della classe politica ai poteri forti di ogni genere e ad ogni livello, caratterizzato dalla corruzione e dallo sfruttamento altrui come costante delle relazioni politiche ed umane.
  • sviluppa una cultura sociale, rispettosa della solidarietà umana e della condivisione, partendo dall’idea che l'Uomo con le sue attese, le sue speranze, le sue aspirazioni, debba esserne il centro e gli restituisca la sua dignità originale.
  • promuove una cultura che affermi il primato della persona e si impegni nella difesa della vita, che rispetti l’etica, la responsabilità e la legalità, che approfondisca la crescita spirituale elevando con saggezza, verità e giustizia l’essere umano verso il divino come parte del nostro universo.
Copyright 2011. Joomla 1.7 templates.