Questione di scelte

Le scelte giuste fatte nell’interesse del Paese e nell’interesse degli italiani dal Capo del Governo negli anni venti e trenta, olte alle infinite opere infrastrutturali, delle quali ancora godiamo a distanza di settanta anni, sono state moltissime. Tali riforme e opere sono patrimonio nazionale ad uso di tutti, sostenitori e detrattori del ventennio. Queste devono essere riconosciute con obbligo morale dalle istituzioni, parimenti al biasimo di quelle sbagliate, fatte dalla Dc, consociativa con il PCI ed i sindacati, che in cinquant'anni di governo hanno determinato l'attuale disastro economico e sociale dell'Italia. (Gabriele Concato)

Solo allora potrà esserci equità intellettiva e pacificazione nazionale, per ricominciare a costruire, tutti insieme, sulle macerie del fallimento dell'Europa al soldo del grande capitale multinazionale.

(Gabriele Concato)

Copyright 2011. Joomla 1.7 templates.